Terres vermelles

2017

Performance
Polveri di terre raccolte ad Alcover durante le esplorazioni e setacciate su un tavolo.

 

Una delle caratteristiche più visibili quando si arriva ad Alcover è il colore rosso della terra. Una terra che, se osservata invece con attenzione, svela incredibili sfumature, espressione di una complessità frutto dei millenari e attuali processi di rimescolamento tra materia minerale e organica, che uniscono il passato e il presente di un territorio (i substrati rocciosi, con la vegetazione e con l’uso umano che se ne fa). Sulla superficie della Terra affiorano ere geologiche come sui nostri volti caratteri genetici conosciuti e sconosciuti, il sopracciglio di un trisavolo, o lo sguardo di tuo padre, espressione di migrazioni e ibridazioni, biologiche e culturali. Che cos’è dunque un’identità?

Lasciandomi direzionare da un puro sentimento estetico, ho raccolto terre di diversi colori incontrate durante le mie esplorazioni, che ho poi setacciato su di un tavolo in un atto performativo durante la presentazione della ricerca.

 

(ph. Emanuela Ascari, Anton Roca)

 

Un projecte no previst

Vies d’aigua

Camí sense sortida?

1h avellanas